• Attentato su La Rambla a Barcellona. Foto e video
    13 morti e un centinaio di feriti di cui almeno 15 molto gravi, il bilancio provvisorio di un attentato avvenuto oggi pomeriggio a Barcellona L'articolo Attentato su La Rambla a Barcellona. Foto e video sembra essere il primo su Popoff.
  • Charlottesville, ovvero se i nazi considerano Trump uno di loro
    La manifestazione dell’estrema destra a Charlottesville, forse il più grande raduno razzista, è prova evidente delle forze assassine nutrite e incoraggiate da Donald Trump [Nolde, Capron e McLemee] L'articolo Charlottesville, ovvero se i nazi considerano Trump uno di loro sembra essere il primo su Popoff.
  • Liceo di 4 anni, la scuola veloce che piace ai padroni
    Liceo di 4 anni: serve una scuola veloce che riduca al minimo le conoscenze e il pensiero critico, che sviluppi neutre e asettiche competenze da offrire al mercato del lavoro [Matteo Saudino] L'articolo Liceo di 4 anni, la scuola veloce che piace ai padroni sembra essere il primo su Popoff.
  • Dai boss alla gente, che cosa si fa nei beni confiscati
    Nei beni confiscati osterie sociali, centri diurni, laboratori. Erano attività in mano ai boss, oggi sono luoghi di aggregazione, formazione e lavoro L'articolo Dai boss alla gente, che cosa si fa nei beni confiscati sembra essere il primo su Popoff.
  • La repressione non va in ferie
    La newsletter dell'Osservatorio Repressione: sette giorni di violenze poliziesche, abusi in divisa, aggressioni razziste ma anche di resistenze L'articolo La repressione non va in ferie sembra essere il primo su Popoff.

Nessuna frontiera per i diritti!

nessunafrontiera_webil sistema dell’accoglienza dei migranti a Roma dopo MafiaCapitale. Proposte e lotte per il cambiamento

L’Italia, per la sua posizione geografica, è un approdo naturale per chi, dalle zone martoriate del continente africano, cerca di fuggire da fame, violenza, guerre. Roma rappresenta un centro nevralgico non solo per i migranti che intendono chiedere aiuto e stabilirsi nel nostro paese, ma anche per chi, sognando una vita migliore, vuole raggiungere i familiari in altri stati europei. L’inchiesta di MafiaCapitale ha messo in luce quanto l’affare dell’accoglienza abbia rappresentato per criminali senza scrupoli, imprenditori e politici. Riteniamo sia arrivato il momento di approfondire e confrontarci su questo fenomeno, dai fatti di Tor Sapienza allo sgombero di Ponte Mammolo con l’esperienza del centro Baobab.
Diamo voce alle lotte per provare ad elaborare proposte per una diversa accoglienza nella città di Roma, sottolineando le buone prassi e le resistenze che fin qui si sono realizzate. Vogliamo farlo con le realtà locali, con i migranti stessi, con gli attivisti che operano fuori e dentro il contesto istituzionale e con i lavoratori dei servizi pubblici loro dedicati, ritenendo fondamentale che sia fatta luce sulle condizioni in cui sono ‘costretti’ a lavorare.

Introduce: Alessandro Rotondi, lavoratore dell’emergenza sociale e accoglienza. Intervengono: Roberto Martelli, USI le politiche sociali nella Capitale, da Marino ai Commissari Valentina Greco, attivista dei diritti umani l’impatto del sistema MafiaCapitale sui diritti dei migranti Nicola Marcucci, Rete territoriale Roma Est Tor Sapienza, un anno dopo Cinzia Greco, ADiF Associazione diritti e frontiere da Ponte Mammolo agli hotspot: la fabbrica degli invisibili Sara Curci, ALA Assemblea Lavoratori Accoglienza il lavoro nel sistema dell’accoglienza.
—–
A seguire AperiCenaPopolare

Evento Facebook

Lascia un commento